Il primo 5000

15 10 2011

Sono le 3 di notte passate in Bhutan e, senza fare rumore per non disturbare il riposo del nostro gruppo, qui dall’Italia vorremo fare il punto della situazione.

Sono passati dieci giorni dall’inizio di questa bellissima avventura, compagni di viaggio che si sono preparati assieme su montagne che guardano il mare, le bellissime Alpi Apuane, e che adesso si trovano a vivere una esperienza straordinaria tra le vette del “tetto del mondo”. Le notizie che ci giungono quotidianamente parlano di grande affiatamento, di momenti particolarmente intensi di condivisione della fatica, di incontri affascinanti con popoli lontani e di scenari naturali indescrivibili.

giorno10

Le prime 7 tappe

Ci piace immaginare, dalle poche immagini che ci arrivano, le sensazioni si possono provare respirando quell’aria frizzante e leggera e i profumi di una terra che solo fino a pochi anni fa era avvolta in un’aura di leggenda.

Naturalmente questa spedizione non è fatta soltanto dalle persone che stanno percorrendo quei sentieri lontani, ma anche da coloro che sono rimasti a casa ad aspettarli e che ogni giorno seguono questo blog sostenendoli ed incoraggiandoli. Questi amici sono già quasi 7000 e tra loro c’è Monica, la moglie del capo spedizione Danilo.

Le sue parole ci fanno capire qualcosa di più di quello che si muove dietro una spedizione come quella che stiamo seguendo, non esistono infatti soltanto gli aspetti tecnici ma anche un fortissimo lato umano, […] “Per me il distacco è uno strappo fortissimo” […] dice Monica.
Continua ancora raccontandoci come è nata la conoscenza e come si è evoluta la loro storia: […] “l’ho conosciuto viaggiatore, l’ho amato in giro per il mondo e in giro per il mondo insieme abbiamo capito di essere fatti per stare assieme” […] “Mi ha chiesto di sposarlo in Nepal, a 5.545 mt. di fronte al monte Everest.
Aspetto che nostra figlia cresca per tornare a viaggiare con lui, nel frattempo vivo i suoi viaggi con molto orgoglio, con passione e senza apprensione perchè conosco le sue capacità. Viaggio assieme a lui con il pensiero sapendo cosa prova camminando nel mondo, alla ricerca della “luce migliore”. Lui con la sua telecamera e il tanto amato e odiato cavalletto che gli spezza le spalle, ma senza il quale non concepisce di partire… viaggiare, conoscere, guardare… è la sua passione e amo vedere nei suoi occhi la luce di gioia che c’è quando lo fa” […].

Le stupende e commoventi parole di Monica, che ringraziamo moltissimo, sono la descrizione migliore che si potrebbe fare di quelli che sono i sentimenti e i pensieri di chi aspetta il ritorno in Italia del nostro gruppo, desiderando che questa avventura sia vissuta fino in fondo con il massimo appoggio e la massima serenità.

Domani verrà raggiunta quota 5000 quindi, per questa volta, i saluti li mandiamo dall’Italia ai nostri amici.


Azioni

Information

2 responses

15 10 2011
paolo barcaroli

Beh, che dire…..mi associo ai saluti.

15 10 2011
pietro

Anche io padre di uno della spedizione (il Nonno) mi associo alla moglie di Danilo sono orgoglioso di Lui, per la sua volontà di non sentire la fatica un saluto a tutta la spedizione. Pietro Felici

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: