Una regione a rischio sismico

21 09 2011

A pochi giorni dalla nostra partenza siamo stati molto colpiti dalla notizia della sequenza sismica che ha investito le regioni tra India, Nepal e Bhutan.

Epicentro

Mappa della zona colpita (fonte USGS)

Il 18 settembre 2011 è stato infatti registrato un terremoto nella regione di confine tra le placche indiana e euroasiatica, nella regione montuosa a nord-est dell’India, vicino al confine nepalese.

Le prime analisi indicano che il terremoto è stato complesso, probabilmente a causa del sovrapporsi di due eventi molto ravvicinati nel tempo ad una profondità (Ipocentro) di circa 20 km. Proprio nell’area dove si è sviluppato il sisma, la placca indiana converge su quella euroasiatica ad una velocità di circa 46 mm/anno in direzione nord-nord-est.

Proprio questa spinta tra le due placche ha provocato il sollevamento della catena dell’Himalaya, meta delle nostre spedizioni.

Pericolosità

Mappa della pericolosità (fonte USGS)

La regione compresa in un raggio di 100 Km dall’epicentro, ha avuto, negli ultimi 35 anni, un livello di sismicità relativamente moderato, con solo 18 terremoti di magnitudo 5 o superiore. Il più importante di questi eventi si è avuto nel novembre del 1980, in questo caso il sisma ha raggiunto la magnitudo di 6,1 e l’epicentro si trovava a 75 km a sud-est da quello del 18 scorso.

Le notizie che arrivano dal Bhutan sono fortunatamente confortanti, non si segnalano vittime anche se nella zona sono stati registrati numerosi danni agli edifici e una comprensibile paura da parte della popolazione. Vittime e danni sono purtroppo segnalati sia in India che in Nepal.

Naturalmente, seppur rassicurati dalle notizie provenienti dal Bhutan, i nostri pensieri vanno alle vittime e alle popolazioni di quelle regioni più duramente colpite. Abbiamo inoltre provveduto ad informarci attraverso i canali istituzionali circa la situazione in loco, sia per garantire la sicurezza del nostro gruppo ma soprattutto per essere certi di non creare problemi ad eventuali operazioni di soccorso nella zona.
Certamente questa notizia non ci lascia indifferenti e carica la spedizioni di emozioni forti e contrastanti.


Scheda dell’evento:
Magnitudo
6.9
Date-Time
Sunday, September 18, 2011 at 12:40:48 UTC
Sunday, September 18, 2011 at 06:10:48 PM at epicenter
Time of Earthquake in other Time Zones
Location
27.723°N, 88.064°E
Depth
19.7 km (12.2 miles)
Region
INDIA-NEPAL BORDER REGION
Distances
68 km (42 miles) NW of Gangtok, Sikkim, India
119 km (73 miles) NNW of Shiliguri, West Bengal, India
272 km (169 miles) E of KATHMANDU, Nepal
572 km (355 miles) N of Kolkata (Calcutta), West Bengal, India
Location Uncertainty
horizontal +/- 13.5 km (8.4 miles); depth +/- 3.5 km (2.2 miles)
Parameters
NST=344, Nph=348, Dmin=371.8 km, Rmss=1.21 sec, Gp= 22°,
M-type=”moment” magnitude from initial P wave (tsuboi method) (Mi/Mwp), Version=C
Source
Magnitude: USGS NEIC (WDCS-D)
Location: USGS NEIC (WDCS-D)
Event ID
usc0005wg6
Fonte
http://earthquake.usgs.gov/

Azioni

Information

One response

23 12 2011
Beni culturali « Bhutan 2011

[…] che hanno ospitato la nostra spedizione sono stati colpiti, poco prima del nostro arrivo, da un fortissimo sisma. Proprio durante una delle tappe del nostro viaggio, abbiamo potuto vedere con i nostri occhi e […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: